Trustee, Settlor & Beneficiario

Il termine “Trust” è ampiamente conosciuto ed usato. Ci sono spesso comunque molti malintesi come quello su cosa sia davvero un trust. La definizione corretta di un trust è un accordo o contratto. Non è, come molti credono, un tipo speciale di società. È puramente un accordo – benché molto speciale – fra tre parti:

1. Trustee: è il direttore ufficiale del trust. Ufficialmente il trustee deve essere indipendente dal settlor e deve avere tutti i diritti ed il pieno controllo sulla gestione attuale dei beni del trust. Ovviamente, poche persone desidererebbero passare una quota di controllo sulle loro disponibilità finanziarie ad una terza parte, ragione per cui il trustee agirà sempre ufficiosamente su istruzione del settlor suo cliente. È possibile abbozzare un accordo separato tra il settlor (cliente) ed il trustee, che assicuri al cliente di mantenere il pieno controllo sul trust ed il suo patrimonio. Genralmente, il trustee deve essere in possesso di una licenza speciale, che lo abiliti ad agire in tal senso.

2. Settlor: è il proprietario dei beni è colui che cede dei beni a favore del trust. Tale persona viene definita con il termine inglese: Settlor. Ogni genere di disponibilità finanziaria può essere trasferita, fondi, azioni, auto, barche, beni immobili ed anche le non entità come brevetti o diritti. Una volta che le disponibilità finanziarie sono state trasferite nel trust, viene così costituito il trust, il quale può essere revocabile o irrevocabile. Una volta che il settlor ha trasferito tutte le disponibilità finanziarie nel trust può dichiarare giuridicamente che lui non li possiede più. Questo è di interesse speciale in caso di fallimento, divorzio ed eredità o richieste legali da parte di terze persone. I trust sono ad esempio uno dei metodi maggiormente preferiti ed impiegati dai medici degli Stati Uniti per proteggere le loro disponibilità finanziarie in caso di azioni di responsabilità intentate da clienti scontenti.

3. Beneficiario: è la persona o le persone che alla fine ricevono le disponibilità finanziarie dal trust. Il settlor può essere lui medesimoun beneficiario. Tutti i diritti dei beneficiari devono essere previsti inizialmente con la costituzione del trust e solo raramente sono revocati o cambiati. Una volta che il beneficiario ha ricevuto le disponibilità finanziarie dal trust, è poi tenuto a dichiararlo e pagare la tassazione dovuta. Il beneficiario può ricevere pagamenti regolari dal trust, per esempio i relativi interessi o può aspettare la scadenza del trust e ricevere tutte le disponibilità finanziarie e l’interesse pieno soltanto alla fine. Il tutto dipende da come il trust è stato disciplinato sin dall’inizio.